Glossario aste giudiziarie

Il glossario delle aste giudiziarie:

In questa pagina puoi consultare il glossario delle aste giudiziarie,la descrizione ed il significato con la spiegazione dei termini utilizzati nelle aste giudiziarie.
È inoltre prevista la possibilità di commentare per richiedere direttamente ad Enzo Di Meo , un termine tecnico ulterio o una spiegazione di un iter relativo alle aste giudiziarie.

Glossario delle aste giudiziarie ,Lettera “A”

 Aggiudicatario:

è il soggetto soggetto (persona fisica o giuridica , che avendo offerto di più e risultato vincitore dell’ asta .

Assegno circolare non trasferibile

Assegno predisposto ed emesso direttamente dalla banca con il quale, la stessa, si assume un obbligo incondizionato di pagare una cifra indicata, su ordine di un suo correntista (con addebito in conto corrente) o di altri che ne facciano richiesta previo versamento in contanti della somma.

Asta giudiziaria

Attività processuale realizzata su richiesta del creditore procedente a cura del Giudice dell’esecuzione, del Cancelliere o dell’Ufficiale giudiziario , allo scopo di alienare i diritti del debitore esecutato su beni mobili, immobili, o su crediti e trasformarli in liquidità a soddisfacimento dei diritti del creditore procedente e dei creditori intervenuti.

Avviso di vendita

Documento contenente informazioni relative al bene posto in vendita come il sito internet sul quale è possibile reperire la relazione di stima, il nome ed il recapito telefonico del Custode.

Glossario delle aste giudiziarie ,Lettera “C”

Creditore procedente

Creditore che da avvio alla procedura esecutiva attraverso l’azione di pignoramento dei diritti del debitore.

C.t.u.

Consulente Tecnico d’Ufficio, provvisto di particolare competenza tecnica, presta assistenza al giudice e redige la relazione di stima.

Curatore fallimentare

E’ l’organo della procedura fallimentare che ha le mansioni più complesse e varie; il suo compito principale, tuttavia, consiste nell’amministrazione dei beni del fallito. Nello svolgimento delle sue funzioni è pubblico ufficiale. Il curatore deve redigere la prima relazione informativa sul dissesto del fallito, assistere il giudice delegato in alcune operazioni, presenziare all’udienza di discussione dello stato passivo, procedere alla liquidazione delle attività fallimentari, presentare ogni due mesi un progetto delle somme disponibili, presentare il rendiconto.
Entrato in possesso del patrimonio del fallito, il curatore diventa custode di tutte le attività in esso comprese. In particolare, compie gli atti di ordinaria amministrazione senza l’intervento di altri organi, gli atti di straordinaria amministrazione con l’autorizzazione del giudice delegato e gli atti che presentano particolari rischi per il patrimonio fallimentare e, con l’autorizzazione del Tribunale.

Custode

Identifica il soggetto a cui è affidato il compito di provvedere all’amministrazione e gestione dell’immobile pignorato. Il giudice, con ordinanza, stabilisce le modalità con cui tale soggetto dovrà adoperarsi affinché sia permesso agli interessati di visionare il bene in vendita.

Glossario delle aste giudiziarie ,Lettera “D”

Decreto di trasferimento

Atto del giudice dell’esecuzione che trasferisce all’aggiudicatario il bene espropriato. Riporta la descrizione contenuta nell’ordinanza che dispone la vendita e ordina che si cancellino le trascrizioni dei pignoramenti e le iscrizioni ipotecarie che non si riferiscano ad obbligazioni assuntesi volontariamente dall’aggiudicatario.
Contiene altresì l’ingiunzione al debitore ed al custode di rilasciare l’immobile venduto; costituisce titolo per la trascrizione della vendita sui libri fondiari e titolo esecutivo per il rilascio.

Glossario delle aste giudiziarie ,Lettera “E”

Esito

Identifica la conclusione della gara avvenuta tra gli offerenti.

Glossario delle aste giudiziarie ,Lettera “G”

Giudice delegato

Giudice delegato dell’esecuzione: è la persona fisica che dirige l’espropriazione; la nomina è fatta dal presidente del Tribunale. Salvo che la legge disponga altrimenti, i provvedimenti del Giudice dell’esecuzione sono dati con ordinanza, che può essere dal giudice stesso modificata o revocata finchè non abbia avuto attuazione.
Giudice delegato fallimentare: è la persona fisica cui è affidata la direzione concreta della procedura fallimentare. E’ competente ad emettere i provvedimenti necessari ed urgenti in materia di amministrazione dei beni del fallimento, a vigilare sull’attività del curatore e sui suoi ausiliari, adecidere sui reclami presentati contro gli atti di amministrazione compiuti dal curatore. Inoltre è giudice istruttore in tutte le cause di opposizione. Tutti i provvedimenti del giudice delegato sono adottati con decreto e contro di essi è ammesso, salvo disposizione contraria, il ricorso al Tribunale.

Grado ipotecario

L’ordine di preferenza tra le varie ipoteche è determinato dalla data della loro iscrizione. Ogni iscrizione riceve un numero d’ordine il quale determina il grado dell’ipoteca che ha una importanza fondamentale perché indica chi dovrà soddisfarsi per primo.

Glossario delle aste giudiziarie ,Lettera “I”

Istanza di vendita

Procedura sulla base della quale il creditore pignorante e ognuno dei creditori muniti di titolo esecutivo possono chiedere la vendita dell’immobile pignorato.

Glossario delle aste giudiziarie ,Lettera “M”

Mutuo chirografario

Particolare tipo di mutuo generalmente con durata massima di cinque anni in cui non è prevista garanzia ipotecaria, ma viene richiesta la garanzia personale del richiedente o di terzi.

Mutuo ipotecario

Particolare tipo di mutuo a media e lunga durata garantito da ipoteca sull’immobile.

Glossario delle aste giudiziarie ,Lettera “O”

Ordinanza di vendita

Documento emanato dal giudice nel quale viene stabilito se la vendita si deve fare in uno o più lotti, il prezzo base, giorno e ora dell’asta, il termine che deve decorrere tra il compimento delle forme di pubblicità e l’udienza, l’ammontare della cauzione ed il termine entro il quale tale ammontare deve essere prestato dagli offerenti, la misura minima dell’aumento da apportarsi alle offerte, il termine entro il quale il prezzo di aggiudicazione deve essere depositato e le modalità di tale deposito.

Glossario delle aste giudiziarie ,Lettera “P”

Perizia

Valutazione del valore dell’immobile da dare in garanzia effettuata da un tecnico abilitato a tale ruolo.

Pignoramento

Il pignoramento consiste in una ingiunzione che l’ufficiale giudiziario fa al debitore di astenersi da qualunque atto diretto a sottrarre alla garanzia del credito indicato i beni che vi si assoggettano e i frutti di esso. Tale vincolo giuridico produce l’effetto di rendere inefficaci nei confronti del creditore procedente e dei creditori intervenuti gli atti di alienazione o di disposizione compiuti da debitore ed aventi ad oggetto i beni pignorati.

Prezzo base

Importo minimo a partire dal quale ha inizio la gara tra i partecipanti alla vendita.

Processo esecutivo

Soddisfa il creditore che, pur munito di una sentenza o titolo che attesti il suo diritto, rimanga ugualmente insoddisfatto perché il suo debitore non esegue spontaneamente la sua prestazione.
Realizza quindi coattivamente il risultato pratico di un obbligo giuridico disatteso, anche contro la volontà del debitore, che ne risponde con tutti i suoi beni presenti e futuri (2740 Codice Civile).
In questo modo il creditore potrà ottenere dal giudice la soddisfazione del suo credito attraverso l’esecuzione forzata di beni mobili, beni immobili, beni di eventuali terzi giuridicamente collegati al debitore; facendo eseguire l’obbligo di fare o non fare una certa attività. Il processo esecutivo si svolge solo in possesso di un titolo esecutivo.

Procura

E’ l’atto con in quale una persona conferisce ad un’altra il potere di rappresentanza. L a procura serve a rendere noto a tutti coloro con i quali il rappresentante entrerà in contatto, che lo stesso è stato autorizzato a trattare.

Glossario delle aste giudiziarie ,Lettera “R”

Rilancio minimo

Offerta più alta di quella degli altri partecipanti all’asta, determinata in un valore minimo predefinito.

Glossario delle aste giudiziarie ,Lettera “T”

Titolo esecutivo

E’ l’atto o il documento in base al quale può essere iniziata l’esecuzione forzata. Deve riferirsi ad un credito certo; liquido; esigibile. Questo titolo da diritto ad iniziare l’esecuzione senza bisogno di trovare l’esistenza del diritto o della pretesa che si vuole soddisfare, almeno fino a che non venga contestato dal creditore con un opposizione.
Sono titoli esecutivi:
le sentenze ed i provvedimenti ai quali la legge attribuisce espressamente efficacia esecutiva;
Le cambiali nonché gli altri titoli di credito e gli atti ai quali la legge attribuisce espressamente la stessa efficacia;
Gli atti ricevuto dal notaio o da altro pubblico ufficiale autorizzato dalla legge a riceverli relativamente alle obbligazioni di somme di danaro in esse contenuti.

Glossario delle aste giudiziarie ,Lettera “T”

Trascrizione

La trascrizione nei Pubblici Registri Immobiliari è un mezzo di pubblicità che si riferisce agli immobili. Essa serve a far conoscere a terzi le vicende giuridiche di un immobile.

Tribunale Fallimentare

È il tribunale che ha dichiarato il fallimento instaurando la relativa procedura, alla quale sovrintende con vasti poteri.
Compete infatti al Tribunale nominare ed eventualmente sostituire il giudice delegato ed il curatore; risolvere i contrasti tra i suddetti organi; chiedere chiarimenti e informazioni al curatore, al fallito e al comitato dei creditori; provvede sulle controversie relative alla procedura stessa che non sono di competenza del giudice delegato. Esso perciò ha funzioni di carattere giurisdizionale ed amministrativo.

Glossario delle aste giudiziarie ,Lettera “V”

Vendita con incanto

L’ordinanza di vendita con incanto (576 C.p.c. ) è il provvedimento con cui il giudice stabilisce:
se la vendita ha ad oggetto uno o più lotti, la data e l’ora della vendita, il termine decorrente tra l’adempimento agli obblighi di pubblicità e la vendita, versamento cauzionale e termine dello stesso rilancio minimo, termine per il deposito del saldo prezzo da parte dell’aggiudicatario.

Vendita senza incanto

Il giudice può disporre che la vendita forzata si tenga con le modalità delle vendite senza incanto (art. 570 e ss.C.p.c.), disponendo con decreto le modalità ed il termine di versamento del prezzo.
Se vi sono più offerte, il giudice invita gli offerenti alla gara. Non si applicano le disposizioni dello Art.584 C.p.c., in materia di offerte dopo l’incanto e fatto salvo l’obbligo di versamento del deposito cauzionale non si rende necessario il preliminare deposito dell’importo approssimativo delle spese di trasferimento (art.580 c.p.c.).

 

 

 

 

Condivisioni 0
0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *